Categorie
News Prigionierx Report Azioni

CONDANNATO JOSEPH DIBEE, SABOTATORE DELL’EARTH LIBERATION FRONT

Testo tradotto da: UnoffensiveAnimal. Joseph Dibee, Earth Liberation Front saboteur sentenced to time served

Joseph Mahmoud Dibee, 54 anni, è un attivista ecologista ed ex sabotatore dell’Earth Liberation Front. Oggi [13 novembre 2022] Dibee è stato condannato a scontare la pena dopo essersi dichiarato colpevole di due capi d’accusa: associazione a delinquere ed incendio doloso. Gli è stato inoltre ordinato di completare un totale di 1.000 ore di servizio sociale.

Categorie
General News Prigionierx

LIBERTA’ PER STEFANO [ITA/ENG]

[ENG below]

Stefano è un giovane generoso e coraggioso compagno antispecista anarchico che ha sempre partecipato alle lotte antiautoritarie. E oggi si ritrova in carcere con una condanna di resistenza aggravata in quanto in occasione di un interrogatorio in cui Marta, una compagna molestata dalla polizia durante il suo arresto in Val Clarea e poi finita sui banchi del tribunale per resistenza, Stefano aveva cercato di appendere uno striscione sulla ringhiera del tribunale  durante un presidio fuori dal Palazzo di Giustizia di Torino. Gli sbirri avevano risposto caricando il presidio e successivamente denunciando diversx compagnx presenti tra cui Stefano.

Successivamente si è aggiunto anche un cumulo di pena per altri reati e per questo Stefano dovrà rimanere in carcere ancora per molto tempo.

Non lasciamolo solo! Per scrivergli:

STEFANO MANGIONE CASA CIRCONDARIALE LORUSSO E CUTUGNO VIA MARIA ADELAIDE AGLIETTA, 35 10151 – TORINO (TO)

Libertà per tuttx i prigionierx umani e non, contro ogni gabbia!

FUOCO ALLE GALERE

Categorie
General News

Riflessioni: Il dado è tratto

Articolo tratto da [Avis de tempêtes, n. 48, 15 dicembre 2021]

Il mondo accelera. Ciò che resiste si fa calpestare dal gran balzo in avanti. Se diventa ogni giorno più evidente che il cambiamento climatico è diventato irreversibile, la pressione nelle caldaie dello scafo infernale di questa civiltà-Titanic aumenta, alimentata dall’illusione che un crescendo tecnico possa ripristinare gli equilibri turbati. Da parte dei ribelli, si tarda ancora troppo ad affrontare questa realtà ed a trarne le debite conseguenze, magari provvisorie, per il nostro agire e le nostre prospettive di lotta. Tuttavia i giochi sono fatti ed è a partire da qui che dovremmo riflettere.

Categorie
General News

Meglio contadini-panettieri che ingegneri agricoli. Un appello da Parigi

Testo tradotto da: https://mars-infos.org/remise-des-diplomes-agroparistech-6366

Nel corso della loro cerimonia di laurea, otto giovani ingegneri di AgroParisTech hanno invitato loro compagni di laurea a disertare i loro incarichi. «Non attendiamo il 12esimo rapporto del GIEC che mostrerà che gli Stati e le multinazionali non hanno mai fatto altro che aggravare i problemi e che metterà le sue ultime speranze nelle rivolte popolari. Potete cambiare direzione adesso».

Di seguito il testo letto dai laureati.

Categorie
Difesa del territorio e Resistenza indigena General News

Sul paro in Ecuador

Link originale: https://ilrovescio.info/2022/08/19/sul-paro-in-ecuador/

Riceviamo e pubblichiamo molto volentieri questo racconto, appassionato e dettagliato, del paro – parola che significa sia «blocco» sia «sciopero» – che ha paralizzato l’Ecuador nel giugno scorso. A scriverlo è una compagna che vive attualmente in quel Paese e che ha preso parte al movimento contro il caroviveri, contro il governo di Guillermo Lasso e contro i piani del Fondo Monetario Internazionale. Un movimento indigeno, contadino e popolare che ha saputo rispondere alla violenza assassina dello Stato con l’autorganizzazione – anche armata – e la rivolta. E che ha nei legami comunitari sopravvissuti al dominio coloniale e all’artificializzazione capitalistica della vita il proprio elemento di slancio e di tenuta.

Categorie
General News

Affinità: Silvaticus

Link originale: https://finimondo.org/node/2616
Davanti ai rulli compressori della civiltà industriale e del progresso, uno degli ultimi mondi sensibili popolato da immaginari terrificanti e fantasie incantate sta scomparendo sotto i nostri occhi: quello delle foreste. Quelle che erano un feudo dei signori i quali vi allineavano gli impiccati, o un riparo per sottrarsi alle persecuzioni. Quelle che rappresentavo l’oscurità dove poter abbandonare la propria prole affamata o il folto rifugio da cui partire all’assalto dell’esistente. Quelle che ospitavano misteri popolati da driadi e licantropi o che vedevano passare i costruttori di navi da guerra e altri mastri forgiatori giunti a spogliarle in massa. Quelle che vedevano a Sherwood audaci banditi depredare i ricchi, in Ariège Demoiselles (*) col volto coperto di fuliggine bruciare e saccheggiare i castelli, in Courlande dei rivoluzionari continuare a sferrare feroci colpi contro la tirannia zarista, ma anche assistere sulle Alpi o in Polonia alla morte per assideramento dei migranti cacciati dalle guardie di frontiera europee.

Categorie
General News

TESORI MALEDETTI

Link originale: https://www.maistrali.it/2022/09/26/tesori-maledetti/

Pochi giorni fa è uscita la notizia della scoperta di un potenziale giacimento di terre rare tra gli scarti di una cava di marmo a Buddusò (1). Subito i media lanciano grandi proclami, come la scoperta di un “tesoro dal valore inestimabile”, enfatizzandone la valenza strategica.

 

Più che una benedizione, questo evento segna una nuova tappa della “maledizione dell’abbondanza” sarda, una che avrà sicuramente effetti positivi nel mercato e nei portafogli di una manciata di imprenditori, e conseguenze ancora una volta disastrose per l’isola. Proviamo a delinearne qualcuna.

Categorie
General News

Humboldt (USA): Difesa della foresta di sequoie

Rapporto sulle recenti azioni di difesa forestale nella regione di Humboldt contro gli appaltatori PG&E. Originariamente inviato a Difesa della foresta di sequoie.

Oggi più appaltatori di PG&E con motoseghe sono stati spediti a fare i bagagli dai difensori forestali, in una serie di chiusure di lavori all’interno dei parchi statali nelle ultime settimane che hanno avuto un effetto soffocante sulle operazioni di PG&E nei parchi.

Categorie
General News Report Azioni

Occupazioni di terreni

 

Link originale: https://www.maistrali.it/2022/09/05/occupazioni-di-terreni/

Per rilanciare le suggestioni e le discussioni suscitate dall’articolo Terra e libertade, pubblicato qualche tempo fa, pubblichiamo oggi la notizia di un’azione molto significativa avvenuta in Francia pochi giorni fa. Si tratta di un esproprio ai danni di un miliardario affarista in campo vinicolo.

Oltre all’azione in sé, di cui pubblichiamo a seguire il comunicato, è per noi molto interessante constatare e condividere come un certo tipo di azioni si stiano diffondendo in varie zone d’Europa, dopo che già in altre parti del mondo (centro e sud America in particolare) siano ormai divenute una prassi abituale.

Categorie
General Materiale News

Terra e libertade

Articolo tratto da: https://www.maistrali.it/2022/07/03/terra-e-libertade

“Pubblichiamo a tre anni esatti dalla sua uscita su NurKùntra l’articolo Terra e libertade in versione integrale.

Proponiamo questa lettura perché ci sembra che alcune riflessioni e proposte siano assolutamente attuali e possano stimolare dibattito e idee fra chi vive e lotta in Sardegna e non solo.
In particolare rileggendolo a distanza di tempo ci è sembrata interessante l’azzeccata proposta della possibile occupazione di territori acquistati da grandi multinazionali per varie forme di sfruttamento. Questo orizzonte in Sardegna negli ultimi dieci anni non è mai stato così vicino e così potenzialmente diffuso come lo è ora. La speculazione energetica che si prepara a invadere la nostra isola, e farne la batteria dell’Europa, sarà una manovra che potrebbe ricordare ciò che accadde con le basi militari nei decenni dopo la fine della seconda guerra mondiale. E che per questo potrebbe innescare interessanti resistenze.

Oltre a questo aspetto specifico ci sembra che in generale – accelerate ad esempio dall’esperienza pandemica – le riflessioni sui percorsi di autonomia (salute, istruzione, autosufficienza alimentare ecc) siano sempre più attuali e diffuse. Riteniamo che Terra e libertade, seppur con i suoi limiti, possa essere un buon contributo al dibattito.”